Consigli di fotografia di interni per Hotel manager, Architetti, Interior Designer, Agenzie Immobiliari

Sono specializzata in fotografia di interni da diversi anni ed ho realizzato centinaia di servizi fotografici per Hotel, Ville, Appartamenti in Italia e all’estero. Mi sento quindi di dare alcuni consigli fondamentali ai manager, proprietari e architetti di Hotel, Ville e Immobili che vogliono valorizzare la propria struttura nel web ed incrementare i profitti.

Come scegliere un fotografo di interni

Capita tutti i giorni di leggere delle recensioni su Booking / TripAdvisor che dicono “le fotografie non rendono giustizia!” oppure “le fotografie sono meglio della realtà!”. La fotografia d’interni richiede specializzazione ed esperienza come la fotografia di moda, la fotografia di ritratto, lo stil-life, ecc.. Non ci si può improvvisare fotografo di interni, bisogna conoscere delle regole fondamentali ed avere una certa sensibilità per l’architettura e il design. Se si vogliono ottenere buoni risultati e lo scopo è quello di valorizzare un immobile da vendere o affittare oppure di attirare più clienti nel tuo Hotel, è conveniente scegliere un fotografo creativo specializzato nella fotografia di interni. E’ inoltre importante sapere che…

Realizzare una buona fotografia di interni

Una buona fotografia di interni deve essere di impatto ma non alterare la realtà, deve valorizzare l’ambiente attraverso la luce, l’inquadratura, la gestione degli spazi e dei colori. Una buona immagine di interior design deve trasmettere l’atmosfera del posto e creare emozioni a chi la guarda, invogliandolo ad acquistarlo o soggiornarvi. Come ottenere tutto questo? Di seguito qualche consiglio pratico.

Preparazione degli ambienti da fotografare

Un fotografo esperto sa consigliare il proprietario o il manager anche riguardo la preparazione degli ambienti da fotografare. A volte aggiungere dei cuscini, un libro, dei fiori, un pareo, un cappello, la colazione ecc. può rendere l’atmosfera più calda e accogliente, naturalmente senza esagerare. Dare un’idea di “vissuto” può essere accattivante per mostrare un appartamento o una camera di hotel. Ma attenzione, se le fotografie realizzate sono le classiche fotografie di interni, non aggiungere troppe cose che poi il cliente non troverà al suo arrivo e non mostrare servizi (per es. la colazione in camera) che poi l’Hotel non è in grado di dare, altrimenti il cliente rimarrà deluso nelle aspettative. Fare attenzione ad ogni dettaglio all’interno dell’inquadratura, per esempio stirare sempre lenzuola e copriletto, infatti nella fotografia sarà molto fastidioso vederle spiegazzate e per ritoccarle saranno necessarie ore di lavoro al computer. Nella preparazione di un ambiente anche la scelta dei colori e delle luci è fondamentale per creare armonia nella stanza e nell’immagine finale. Inoltre inserire l’elemento umano nella fotografia aiuta moltissimo i futuri clienti ad immedesimarsi, pertanto è importante scattare qualche immagine degli spazi con dei “modelli/ospiti” e con lo staff, per es. un cameriere che porta dei cocktail, oppure lo chef che prepara un piatto o la receptionist sorridente. Un servizio supplementare che offro ai miei clienti che vogliono dare un’atmosfera unica alla loro Villa o all’Hotel che gestiscono, è l’allestimento delle pareti con le mie fotografie fine-art a colori e bianco/nero di cui possiamo scegliere insieme dimensioni, supporto di stampa e cornici. Oppure posso creare fotografie e composizioni fotografiche uniche e ad hoc in armonia con l’arredamento e la localizzazione della struttura. Clicca qui per maggiori info.

Attrezzatura fotografica per fotografare gli interni

E’ fondamentale avere un obiettivo grandangolare da montare su una Reflex a pieno formato per valorizzare al meglio gli interni dell’ Hotel, appartamento o negozio che volete fotografare. Il grandangolare dà maggiormente l’idea di come sono organizzati gli spazi, ma attenzione alla distorsione delle linee verticali specie se la fotocamera viene posizionata verso l’alto o verso il basso. Cercare di mantenere la fotocamera parallela alle pareti e, nel caso di distorsione, è opportuno correggerla con Photoshop. Un obiettivo normale (50 mm) può invece essere utilizzato invece per fotografare qualche dettaglio interessante a cui dare risalto.

Luce e composizione per creare una bella fotografia di interni

Accendere tutte le luci presenti all’interno della stanza, tranne le luci dirette. Controllare che la temperatura colore delle luci presenti sia la stessa, altrimenti si avranno tonalità diverse all’interno dell’immagine. Le luci accese non servono ad aumentare la quantità di luce ma a dare un’atmosfera più calda e accogliente, anche quando c’è sufficiente luce naturale proveniente dalla finestra. Ruotare intorno alla stanza per cercare l’inquadratura migliore. E’ bene fotografare una stanza da almeno 2 inquadrature diverse con grandangolo, dopodiché focalizzare l’attenzione sui dettagli. Personalmente non utilizzo, a parte in qualche caso particolare, luci artificiali in aggiunta alle luci esistenti nell’ambiente. Ma ovviamente faccio uso di treppiede e post-produzione, come spiego di seguito.

Rosalia_photo_hotel-0985.jpg

Fotografia di interni con poca luce senza flash

Rarissimamente è possibile fotografare un ambiente interno a mano libera con una macchina fotografica o con smartphone, senza rischiare di avere una fotografia mossa o poco nitida specie se si utilizzano valori ISO alti. Sconsiglio vivamente di utilizzare il flash che nel caso di smartphone non aiuterebbe ad aumentare la luce mentre con un flash più potente si perderebbe l’atmosfera generale della stanza. Casomai utilizzare più flash o più luci supplementari messe ad arte in alcuni punti dell’ambiente potrebbero migliorare l’aspetto generale o schiarire le aree più buie ma bisogna fare attenzione a non rendere tutto troppo artefatto e poco naturale. Pertanto io prediligo utilizzare la luce presente nella stanza utilizzando un treppiede e scattando più fotografie della stessa inquadratura ma con diverse esposizioni che andrò poi a lavorare con photoshop per ottenere la luce perfetta in tutta l’inquadratura.

Usare la post produzione nella fotografia di interni

La post produzione dell’immagine è fondamentale per ottenere risultati di alta qualità nella fotografia di interni, infatti è praticamente impossibile ottenere un’immagine accattivante e convincente da un semplice scatto non post prodotto. Per non perdere la qualità dell’immagine durante la lavorazione è d’obbligo scattare in formato RAW. Come accennato nel precedente paragrafo, il mio metodo di lavoro consiste nello scattare più fotografie con esposizioni diverse e lavorarle poi con photoshop per ottenere l’immagine finale. Questa tecnica chiamata HDR permette di realizzare immagini perfette di interni anche quando ci sono finestre o grandi vetrate che, anzi, aumentano la bellezza dell’ambiente e danno maggiori informazioni mostrando anche cosa c’è all’esterno. Mi capita ogni tanto di vedere fotografie di camere di hotel dove la finestra è completamente bianca o vi è un’immagine sbiadita non si sa di cosa… e magari dalla camera si vede il mare! Ma come si fa a promuovere un hotel con camere vista mare senza mostrarlo nelle fotografie?? E’ risaputo che delle belle immagini per es. nei siti immobiliari o nel sito di un hotel o su Booking, ecc. vendano molto di più che di scadenti foto amatoriali, pertanto un servizio fotografico professionale di interni è sicuramente un ottimo investimento che darà riscontri economici.


Se hai bisogno di consigli, informazioni o altro contattami!

by Rosalia fotografo di interni e fine art